lunedì 2 settembre 2013

Considerazioni di viaggio

Non vedi l' ora che arrivino, ' ste benedette vacanze  e uno si prepara a rilassarsi portandosi dietro il minimo indispensabile ( ma pure il necessario per due giorni di festeggiamenti per amici che si sposano), un paio di libri che non si sa mai, il coltellino per raccogliere i funghi che è si un pelo prestino ma non si sa mai e soprattutto scarpe ed abbigliamento stracomodi, che invece questo sì, si sa, è d' obbligo come la camminata mattutina per tentare di smaltire un eccesso di ottimo cibo....

E infatti poi ti ritrovi in giro per boschi a caccia di funghi (raccolto solo uno di commestibile e ottimo), ma senza cellulare per immortalare cerbiatti, cavalli, martore, scoiattoli; scopri che 45 minuti di camminata al dì sono ampiamente insufficienti ai fini del mantenimento della linea; che la lettura programmata si è ridotta ad una misera 50ina di pagine. Che il lavoretto a punto croce (un bis en rouge et blanc del trio cuori Parolin) è rimasto un UFO. Ma hai predisposto una nuova cornice shabby e pure una bat-box da principianti.

Calcoli il numero di lavatrici (e stendi e piega) che hai fatto in 15 giorni e inorridisci ; scopri che le bolle di sapone delle pargole al matrimonio di amici hanno inspiegabilmente e irrimediabilmente rovinato le rispettive magliette del completo da cerimonia appositamente acquistato; che quest' anno sei stata punta da bestioline voraci nei boschi e lo scopri solo quando inizi a grattarti; e via di seguito.

Poi vieni riportata bruscamente alla realtà quando scopri anche che il corso di formazione per disoccupati che pensavi di  poter frequentare al rientro (perchè ti avevano assicurato che la data prevista per la selezione sarebbe stata "sicuramente posticipata" rispetto alle tue ferie già programmate) ti è stato soffiato sotto il naso - la data non è stata affatto spostata- e che anzi risulti "assente ingiustificata" e che come tale sei OUT per altri corsi per i prossimi 12 mesi..... c'è di che far svanire in un millisecondo la serenità acquisita.

Il discorso dell' Agenzia del Lavoro si riassume in questo:  stai a casa e non muovere il fondoschiena finchè non te lo diciamo noi (3 giorni prima della data). Perchè la selezione si fa solo in quel giorno (che decidiamo all'  ultimo minuto), in due ore, e se non ci sei solo un certificato medico può salvarti. Se sei disoccupata e ci tieni al corso, meglio saltare le ferie in agosto preferendo località amene a meno di 30 minuti di macchina da casa.  Anche se ti abbiamo detto che puoi partire tranquilla più lontano per probabili posticipi delle selezioni, noi decidiamo e il resto sono cavoli tuoi.

 Perchè anche questo è un criterio di selezione: la disinformazione loro (parta pure tranquilla) e le conseguenze mie (OUT).
Ho richiamato l' Agenzia stamattina prima delle 8 e ancora sono in attesa che mi rispondano. Vive l' Italie!




Le foto presenti in questo blog con il logo "creazioniedintorni" sono di mia
proprietà così come alcune senza logo. Ce ne sono altre prese da internet da fonti che le definivano free, quindi per queste ultime nel caso in cui
io abbia potuto ledere inconsapevolmente il diritto d'autore, vi prego di avvisarmi via e-mail e
verranno immediatamente rimosse. Grazie