lunedì 20 luglio 2015

Creazioni da canicola

Causa afa anche il giardino è temporaneamente inagibile:  abbiamo avuto operai per qualche giorno, l' erbetta è quindi stata trascurata ed ora assomiglia più ad una steppa che ad un'oasi verde.

Sto cercando di salvare il salvabile, soprattutto tra le siepi, le aiuole e le giardiniere (no, non abbiamo l' impianto di irrigazione, vista l' estensione non ci sembrava il caso).

Nella stagione primaverile/estiva ho avuto una bella sorpresa nel coltivare biete, carotine e fagiolini  (questi ultimi, ripiantati per un secondo ciclo di raccolta entro fine estate). Tra i pomodori sono in ottimo stato quelli coltivati da me a partire dal seme dell' anno scorso, l' unica pianta acquistata  invece non se la sta passando per niente bene.  Boh.

Le piante di melanzane si stanno riprendendo solo ora (hanno sofferto la siccità credo, oppure non è stata scelta felice metterle al posto dei pomodori dell' anno scorso...), sistemate nelle giardiniere preventivamente svuotate della terra e riempite con strati di compost, cartone, ramoscelli  ed erba di sfalcio. Per limitare l' evaporazione ho pacciamato le superfici con foglie secche della siepe e di bambu ed adottato la tecnica derivata dal Kondenskompressor, funziona bene - a mio parere - con temperature elevate come quelle di questi giorni ed in situazioni in cui le piante non sono troppo vicine tra loro (non si fanno ombra ed il processo evaporazione/condensazione è a ciclo continuo, quindi efficiente).






 Intanto che le pupe si occupavano giocando, nel fine settimana ho "giocato" anche io: accorciato pantaloni e camicie (diventate a manica corta) per il marito, quindi finalmente terminato un progettino che avevo in standby da un po' (la prima versione era questa): 

astucci per contenere i ferri da maglia!




Ho ricavato delle strisce di stoffa (da un taglio regalato, in stile provenzale) lunghe quanto i ferri, poi doppiate  per evitare inutili cuciture, aggiungendo il necessario per la patella davanti  ed ho cucito sulla patella stessa un nastro di recupero in modo da permettere la chiusura a fiocco. Cuciture dritte (rivestimento interno identico) e poi sovrapposte per farne le taschine su misura.. Facile e veloce. Si possono ancora aggiungere elementi decorativi quali charms o perle in tinta.... pensavo anche ad un bordo blu ad uncinetto.

Ce n' era davvero bisogno, ora tutto è sistemato ed in ordine.


martedì 14 luglio 2015

mom's triathlon

Insomma, inutile negarlo:

non sarò forse all' altezza dell'ultra skyrace qui, ma  si deve riconoscere che nel mio piccolo faccio degli allenamenti mica male!

Poco fa - e la giornata non è finita, perchè dopo il lavoro ufficiale (quello remunerato) c'è un secondo lavoro (quello non remunerato) -  mentre spingevo su dal tunnel del garage la mia bici, il mio cervello surriscaldato ha collegato l'attività in corso al biathlon.
Stavo ovviamente in fase delirio ed ho iniziato a ridermela da sola, ma due secondi dopo (in cima alla salita) ho smesso:

biathlon col cavolo, qui si fa triathlon!

E non si tratta di fare il miglior tempo, ma di rispettare tabelle ed orari imposti....


Oggi in particolare, dato che sono senza macchina ed a 38° C, con tacco 6 e vestitino corto in stile anni '60  mi sono scarpinata il tragitto stazione-casa  sotto il solleone in  tempo record (non era previsto che rimanessi senza automobile)....

Arrivata con un bolla sul piede, il tempo di cambiare vestito/scarpe ed inforcare la biciletta per raggiungere la colonia estiva e recuperare Pupa2 (tragitto in salita).

Al rientro, mini-pausa prima di ri-uscire per recuperare Pupa1 all' altra colonia estiva (ovviamente gli orari sono diversi): Pupa2 avendo optato per la bicicletta, a me non resta altro che il grande monopattino di Pupa1 all' andata. Per il ritorno io sarò a piedi, in stile corsa-veloce, per star dietro a due pupe munite di ruote.....

Ci siamo col triathlon , no? Bici, trottinette e pedibus veloce, direi di sì.

Ed il consorte, che fa?
Il chauffeur delle Pupe la mattina, va al lavoro in macchina, due volte in settimana circa esce per il tennis serale con gli amici "per fare un po' di movimento". Trova la cena pronta e la casa pulita, by the way.

Non mi pare molto equilibrata, 'sta suddivisione dei compiti.....

lunedì 13 luglio 2015

Qui si cresce!!!

Anche troppo velocemente, rimaniamo con il  refrain dell' altro giorno...

Finito lo scivolo per bebè (come dice Pupattola 2): detto e fatto,  è stato traslocato nel giardino del nonno per giocarci con i cuginetti....

Papà voleva approfittare dello spazio ritrovato in giardino per sfruttarlo con un paio di chaises longues (sogna l' aperitivo in giardino, circondato dalla pace, lui....), invece no:

avanti con tee-pee indiano, grazie a Pinterest! 

Occorrente:

  • 6 paletti (qui il bambù del nonno va benone)
  • spago per fissare la struttura
  • paletta per (finalmente!!!!) fare buchi in giardino .... ehm, non casuali però, nè ad libitum: per fissare i piedi del bambù interrandone la base almeno per qualche cm
  • telo sufficiente a coprire il tee-pee --> e qui si inteviene di riciclo creativo: nulla di troppo pesante o scuro, ma di superficie sufficiente ....mmmmmm....
  • decorazione varia: qui un "acchiappasogni" realizzato con la zia


una faticaccia cucire tutti sti quadratoni, ma almeno
ho ridotto le scorte





acchiappasogni: filo di ferro, nasti colorati, perline e piume

Pare un successone , per fortuna. Oltretutto hanno riscoperto i costumi di carnevale da indiano....

Però l' anno prossimo vorrei provare la versione green (con i piselli odorosi!!!)

lunedì 6 luglio 2015

Uncinetto da spiaggia

Quando si è abituati ad avere sempre mille cose da fare e sbrigare la "vacanza" assume il connotato di "riposo / calma / ritmo dolce senza orologio nè obblighi".

Giusto.

Quindi dopo aver assaporato l' assenza dell' urgenza per le prime.... ore?... sì dai, ore....si pone il problema di occupare le mani.  Non credo proprio di essere l' unica ad averlo notato, ma avere le "mani in mano" come si dice dopo un po' nuoce alla pace ritrovata. Come se fossero dotate di vita propria come la Mano degli Addams....bisogna occuparle.

E allora vai di libri (due sulla sdraio al mare quest' anno: "La dama e l' unicorno" di T.Chevalier, così ho scoperto di non aver approfittato del soggiorno parigino per vedere gli arazzi dal vivo; "Dear Enemy" di J.Webster, consigliato da una collega) e nei tempi morti di uncinetto.

Per l' uncinetto ho dovuto inventarmi una scusa, il problema era reale però:

una tenda ikea di x anni orsono che misteriosamente, dopo anni, all' ennesimo lavaggio si rimpicciolisce di 5-6 cm . Allora vai di bordo con cotone bianco grosso mentre le pupe sguazzavano in piscina e nei pomeriggi marini di siesta, questo il risultato una volta cucito nella sua destinazione:

circa 1,30 m , per me lunghissimo!
tr al' altro lo schema è molto semplice e di veloce realizzazione





Tra l' altro è successa la stessa cosa alle tende del salone, credo che il bordo verrà riprodotto con medesimo


motivo ma con colore differente... spero solo di non dover aspettare le prossime vacanze almare, altrimenti..

martedì 30 giugno 2015

Buuuuuu!

La piccola ha finito la scuola materna, ultimo giorno oggi.

SNIFF.....


Beh, mi ero fermata qui perchè sto mica bene: rientrata dal mare, abbonzata e rilassata..... e mi becco la laringite! Rientro al lavoro cadaverica (ma con la tintarella) e gli ultimi due giorni di materna della piccola non mi scappa la lacrima a salutare le insegnanti?

Con la grande non avevo notato il passaggio, avevamo lasciato la terra franzosa e ci aspettava un trasloco verso una meta conosciuta, mille cose da fare e tanto lavoro in prospettiva.... ora invece in quella struttura non ci metteremo più piede (non ho una terza pargola) e nemmeno passeremo nella zona se non intenzionalmente: finite le corse materne per recuperare le pupe in due scuole diverse il pomeriggio, finite le corse del papà la mattina per consegnarle in due scuole diverse... 

Pupattola 2 raggiungerà Pupattola 1 nella stessa scuola.
Per due anni, prima dell' inizio di un nuovo ciclo scolastico.
Oh my God!!
Fermate il mondo, voglio scendere!

Pupattola 1  calza il 37 ed ormai mi arriva al mento: Pupattola 2 ha ancora le guanciotte paffute ma da settembre zainone in spalla... eppure hanno ancora entrambe il doudou per dormire, heureusement!

Loro avrenno anche l' età anagrafica ed il cervello pronto ed agile per continuare a crescere, io invece vorrei  stoppare tutto....

domenica 14 giugno 2015

Gioco e discriminazione

Giornata piovosa oggi.

E  quindi ne ho approfittato per portare avanti uno dei progetti voluti dalle bimbe (un cuscino-gufoso ciascuna), uno l' ho finito mentre le pargole giocavano e il marito ronfava sul divano: rispetto alla prima, ho creato prima il cuscino interno e poi la fodera gufosa esterna (tutto materiale riciclato) con chiusura in velcro.


peccato solo per il becco, mi è venuta la cucitura un po' sbilenca....


Se non fosse che, grazie al fatto che nel fine settimana le bimbe hanno occasione di guardarsi una puntata di "La spada di Zorro" con Guy Williams nella versione andata in onda tra 1957 e 1959, ho dovuto inventarmi su due piedi come fare cappa, maschera, giacca e pantalone in una qualche stoffa nera data l' insistente richiesta .... w la maglina in cotone!  E tutto il giorno, vai di Barbie vestite da Zorro!



Ma veniamo al punto:

mi sono resa conto - non solo oggi per la verità - che la discriminazione nei giochi esiste purtroppo anche a casa mia, inconsapevole ma di fatto reale perchè una marea di giochi derivano da regali ricevuti (peluches e  Barbie, nonchè bambolette varie, tutte ben accettate per carità). A questi si affiancano quelli acquistati da noi genitori: una marea di cavalli, di Lego (Friends e no), di libri, Kapla , giochi in scatola e oggetti vari da bricolage (taglia-incolla-cuci-dipingi-modella).... per fortuna.

Una delle attività preferite dalla grande è pettinare i capelli e farne trecce o codine varie, che si tratti di Barbie o di criniere poco importa (pare aiuti la concentranzione),   in egual misura che costruire caserme dei pompieri con i Lego con la piccola.

L' altro giorno mi sono sorpresa a tentare di incuriosire il nipote treenne a fiori, insetti & co lungo il percorso che stavamo percorrendo in passeggiata per tenerlo occupato, mentre lui non mi ascoltava nemmeno e mi chiedeva invece "Che macchina è questa, zia? e quella ? e quell' altra?"  "La mamma ha questa macchina qui, il papà quell' altra, ma non rossa e nemmeno blu".... Abbiamo avvicinato e letto il marchio su ogni singola vettura, moto e furgoncino di tutto il paese fino al parco e ritorno. Le bici invece sono state snobbate.

Sono stata "ben indottrinata" pure io, da piccola, a quanto pare.... a ben pensarci, lo faccio inconsciamente anche quando devo scegliere i regali di compleanno nelle festicciole alle quali vengono invitate le mie pargole:  mini-vortex, fresbee o libro dei veicoli a motore versus cofanetto bijoux o set penne sberluccicanti. Ahimè forse, ma devo dire che trattandosi di figli non miei non ne conosco le preferenze e quindi "vado sul sicuro" o quasi... avrei preso altro probabilmente per le mie figlie.... possimo acquisto un mini-vortex anche per loro!

Insomma, tenterò di contrastare l' automatismo che troppo differenzia l' azzurro dal rosa!

martedì 9 giugno 2015

Una tira l' altra

Ennesima borsina in jeans riciclato, questa mi fa da lunch bag per l' ufficio:




abbastanza capiente per il contenitore del pranzo, la thermos del caffè d' orzo, occhiali da sole / ombrello, libro o kobo...  La schiena ringrazia per la distribuzione del peso più efficiente e mi diverto pure a pensare alle decorazioni aggiuntive ... qualche perlina qua e la,  il particolare delle chiusura con spacchetto finale, i manici ampi tali da non gravare sull' avambraccio (quando portato alla parisienne , oui oui!).




Ho provato la cucitura morbida del jeans al jeans, creando qualche leggera ondulazione in alternativa alla classica cucitura lineare. Fattibile, ma devo prenderci la mano. Il bello è che la cucitura diventa decorativa anche da sola oppure può armonizzarsi al motivo scelto.

Provare per credere!





LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Le foto presenti in questo blog con il logo "creazioniedintorni" sono di mia
proprietà così come alcune senza logo. Ce ne sono altre prese da internet da fonti che le definivano free, quindi per queste ultime nel caso in cui
io abbia potuto ledere inconsapevolmente il diritto d'autore, vi prego di avvisarmi via e-mail e
verranno immediatamente rimosse. Grazie