domenica 17 luglio 2016

Knot bag con made in China

Non ho preso la stoffa dai  "cinesi" - espressione ormai quanto mai usata ormai per definire materiale a basso costo e qualità corrispondente - ma questo non vuol dire che dai "cinesi" non si possano trovare prodotti interessanti.  Io personalmente non ci vado per la semplice ragione che ho altri percorsi... altrimenti chissà cosa porterei a casa.

Comunque:
avevo due pezze di  seta pesante acquistate in Cina un po' di tempo fa durante un viaggio, che non sapevo ancora a cosa destinare. Mi dispiaceva tagliuzzare un tale tessuto per cose troppo banali  o di uso quotidiano, un vero peccato ..... finchè non mi sono decisa per le Knot bag: piccole borsine eleganti ad uso esclusivo (l'occasione ce l'hai o non ce l'hai, non sono fatte per l'ufficio, per intenderci, nè per una scampagnata o un pic-nic a mio avviso....). E poi mi piacciono le versiooni piccine, quelle che non-ci-infili-quasi-nulla se si fa il paragone con la borsa che quotidianamente mi porto appresso.... (farò un aggiornamento)  .... dopo il jeans, la versione giap, la trousse, la pochette.... qui....

...trovato il tutorial, predisposta la velina da taglio e zac.   NB: la seta pesante si sfilaccia  subito, occorre rifilare subito!

E' stato un po' più laborioso l'assemblaggio, tutto al rovescio, del tipo che non sai se tutto va bene fino a quando non devi rigirare le stoffe per l'ultima cucitura..... ufff: tutto bene!  30 cm in tutto, si infila al polso!

knot bag da polso
 Dato che le mie foto sono sempre così-così, la stoffa blu è con dragoni e fiori, la verde a tralci di fiori e foglie.

domenica 3 luglio 2016

Solo foto (per il post precedente)

Ecco qua, miscredenti del post senza foto....;-)

  • il secondo bordo della tenda della sala 



  •  una mattonella di prova (granny semplice) : l'idea è quella  di inserirla in una borsa a rete, sempre in cotone, per contenere i giocattoli da spiaggia (ne eravamo tristemente sprovvisti al mare, sob)






  • due pads da "strucco serale", per testare se comode come i quadrati di panno 



  •  i bastoncini del gelato  per identificare quanto seminato nelle mie mini-parcelle (#jardinbeton) 






  •  l'embroidery del porta-telecomandi in jeans a tema "dandelion" 



domenica 26 giugno 2016

Passeggiata in cerca del sole

L'abbiamo trovato, il sole.

tra il mare di meleti
Siamo usciti di casa con la sola idea di passeggiare in famiglia un paio d'ore - dopo aver letto qui e qui, faremo anche questi  entro l' autunno- e senza pioggia, dato che stamattina ci siamo svegliati con temporale in corso. Colazione con calma-calmissima, il cappellino per le pupe e due bottiglie d'acqua nel mini-zaino e via. Crema solare? Pfui.....

Partenza da casa  poco dopo le 11.Rientro ore 15.30 con marito nervoso per aver perso l'inizio della partita Francia-Irlanda (e pergiunta il gol-su-punizione), spalle scottate per gli adulti.....

OK, comunque la passeggiata l'abbiamo fatta: sotto il solleone, dal parcheggio in zona Hotel Geier a nord del lago (a pagamento 1€/h, per poi scoprire che in zona sud del lago ci sono aree parcheggio non segnalate ma gratuite) in senso antiorario il percorso si snoda tra i frutteti, su strada asfaltata a tratti, ma perfettamente sicura, ed a tratti sterrata, facile e ben indicata, pulita e frequentata anche da ciclisti.

Tra la partenza ed il quasi-arrivo non c'è traccia di punto di ristoro o toilette,  tra i frutteti si trova un distributore assai curioso (v. foto sopra), due bei sentieri nel biotopo con tanto di pesci/uccelli/tartarughe ed usignoli (v. foto sotto).


La vista lago però c'è solo alla partenza ed all'arrivo, se si fa tappa al primo bar aperto (a 3/4 del percorso pausa obbligatoria per gelato/birra) si ha la vista sul pratino inglese che fa da solarium a pagamento, per il resto tra frutteti-canneti-cespugli e palizzate che proteggono aree private..... nisba: la "Seerundwanderweg" diventa un corridoio insomma. Un po' deludente, dovè finita la zona demaniale???!!!! Tutti gli accessi paiono a pagamento....

L'acqua sembra  molto pulita e si intravedono pesci giganti ....non sono turisti nordici che fanno snorkeling, proprio pescioni, da capire quali vista la stazza....

Ora che sappiamo dove parte il sentiero per Castelchiaro, in autunno faremo tesoro dell'esperienza per dirigerci sicuri all'inizio del "nostro" percorso.

lunedì 20 giugno 2016

Anche oggi due gocce* (post senza foto)

* traduzione del testo dialettale trentino scritto in una foto vista su FB, spiacente non ho trovato la fonte quindi non la posso condividere....

Però posso descriverla: campo/orto sommerso dall'acqua, due avambracci ne escono con il pugno chiuso ed il pollice sollevato nel gesto conosciuto come "OK". Tutto bene quindi....

Questo per spiegare quanto successo fino alla settimana scorsa, quando il meteo pazzo non risparmiava nemmeno una giornata da queste parti..... per fortuna noi ce ne siamo stati al sole al mare proprio nella settimana dell'allerta meteo.

Cosa ho concluso  dall' ultimo post?


  • il secondo bordo della tenda della sala (eureka!!!! lo devo solo cucire....qui si vede il motivo scelto, ne ho prodotte altre due fasce in ecru )
  • sempre in ecru, stesso cotone delle tende, una mattonella di prova (granny semplice) e due pads da "strucco serale" anch'esse di prova
  • la lettura di 3 libri durante le vacanze (DE e FR), classici libri da spiaggia, nulla di particolarmente degno di nota
  • sistemato il giardino: oltre al problema dei coccodrilli, questa pioggia continua giova unicamente all'erba, alla siepe ed all' insalata! Ma con i bastoncini del gelato (mangiato al mare) si ravviva tutto! (seguirà foto)
  • quasi ultimato l'embroidery del porta-telecomandi in jeans, mi piace un sacco il tema "dandelion" ultimamente.... appena ultimato posterò foto.
Insomma, tante chiacchiere e niente sostanza, in mancanza di "prove" fotografiche?

Ebbene sì, per il momento .... hihihihii.




venerdì 27 maggio 2016

Coccodrilli da giardino

Anche se si parla sempre più di biologico, ecosostenibile, riduzione degli sprechi, autoproduzione nel possibile etc.....

... tutte queste argomentazioni spariscono (momentaneamente) quando il tuo bell'angolino verde, faticosamente recuperato da un #jardinbeton,  subisce un attacco tale che nemmeno uno stormo di cavallette, nemmeno una piaga d'Egitto...

Insomma ti fa venire la voglia di non andare tanto per il sottile, automaticamente optando per una soluzione rapida ed efficace.

Invece .....ohmmm!

Cosa volete che siano girasoli, calendula, rapanelli, salvia, fagiolini, basilico e prezzemolo, peperoni e mais, davanti a ben più gravi e nobili problemi?

Stasera proviamo l'alternativa soft contro le malefiche (quando sono davvero troppe) forficule  v.qui , mettendo a contributo anche le pupe con carta, colla ed un po' di manualità,  ma domani mi fiondo al Garden per correre ai ripari con sistemi di lotta integrata in primis (se ce ne sono), contro questi "coccodrilli da giardino/orto" .

Della serie, discutiamone con le buone, andiamo per gradi..... ma dovete sloggiare l'intera colonia!

lunedì 23 maggio 2016

Pensiero positivo nonostante il sandalo traditore

E per fortuna ci sono anche le cosiddette botte di c!

Nonostante il periodo un po' così (v. qui e qui), le corse che mi tocca fare per NON prendere l'automobile a rimpiazzo della bici  hanno un grosso lato positivo:

arriverò alla prova bikini in una forma migliore del previsto (se non recupero al rientro pomeridiano a casa) grazie alla scarpinata mattutina e pomeridiana, che si aggiungono a quelle abituali....

Vi ricordate la scena in "Una donna in carriera" nella quale l'attrice va al lavoro  in scarpe da ginnastica, che poi sostituisce con la calzatura più consona una volta giunta in ufficio?

Beh, a parte la carriera (non è il proprio il punto), me ne vado a zonzo dall'incidente con una borsina aggiuntiva contenente il paio di scarpe di ricambio.
E mi trovo benone (peso della sacca a parte, ma tant'è...)

Una vera benedizione oggi, quanto il sandalo nus-pieds mi ha tradito in piena stazione dei treni:  un laccetto di pelle è saltato facendomi assomigliare ad una gru .... ho rishiato di tornare a casa scalza, ma per fortuna il paio sportivo nella borsa mi ha soccorso....ahahaha.

mercoledì 18 maggio 2016

Utilities & co

Potrebbe sembrare una stupidata decorativa, di quelle cose superflue che più superflue non si può...

ed infatti lo è*!


Un paio di cuscini appoggia-cellulare con decorazione  minimal

Me ne sono portata uno in ufficio e sto pensando seriamente di piazzare sul lato "tavolo" due "strisciate" di gomma antisdrucciolo (quella dei calzini per intenderci...).
Bastano una pezza di jeans di recupero della dimensione adatta, imbottitura, ago filo e un po' di .... tempo!

A me piace .... e per questo lo condivido.
Punto.

Buona serata

*Una conoscente mi faceva notare che "non so vendere bene" quello che faccio, quando ho occasione di parlarne... Ammesso e non concesso, perchè in quella situazione specifica davvero si parlava di un dettaglio, sono convinta che si debba ridimensionare un po' le cose:
- non ho inventato nulla che cambierà le sorti dell'uomo sul pianeta
- non ho creato nulla che possa cambiare in modo radicale (in meglio,ovviamente) la mia vita o quella altrui
allora perchè devo sperticarmi in lodi e racconti avventurosi sul "parto"della meraviglia?
Un po' di buon senso per favore! (merce rarissimissima, quella sì)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Le foto presenti in questo blog con il logo "creazioniedintorni" sono di mia
proprietà così come alcune senza logo. Ce ne sono altre prese da internet da fonti che le definivano free, quindi per queste ultime nel caso in cui
io abbia potuto ledere inconsapevolmente il diritto d'autore, vi prego di avvisarmi via e-mail e
verranno immediatamente rimosse. Grazie