lunedì 24 luglio 2017

Imprevisto

Quando dici che andrai nel negozio di giocattoli proprio la mattina per prendere dei palloncini gonfiati , così fai contenta la pupa (che da ogni compleanno degli altri si porta a casa i palloncini e ti riempie casa) ed eviti di doverli nascondere in garage, dato che con il caldo che fa di sicuro non puoi lasciarli "nascosti" in giardino al sole dal giorno prima....

... e ti ritrovi il negozio chiuso per imprevisto.

Al volo con jeans, nastro colorato, pizzo e qualche nappina .... aggiunta di campanelli ad ogni punta.... e appesa in giardino tra balcone e siepe....

non è la stessa cosa e le foto bon rendono bene i colori, ma vabbè.... le emergenze sono emergenze.

Ad un miglioramento della banderuola sto lavorando, in tempo per il compleanno di settembre....


giovedì 20 luglio 2017

Letture passate e future...

Tempo fa  (qui e qui ) pensavo che lo scambio libri fosse una buona idea. In realtà è più complicato del previsto, al di la degli scambi tra amici/colleghi/famigliari.

Non sono una persona che ama collezionarli, piuttosto una che ama leggere. Non ho un genere preferito in assoluto, mi piace provare autori nuovi o generi nuovi.  Le occasioni non mancano e il tempo è tiranno, ma in qualche modo riesco a mantenere una media decente....

venerdì 14 luglio 2017

Secondo quiet book in corso

Mai dire "mai più"....

Mi sono lanciata in un nuovo assemblaggio, mantenendo il filo conduttore del primo: una pagina per ogni lettera del nome del destinatario.

Allora - rimanendo sempre con materiale a disposizione, in parte proveniente da riciclo - ecco a che punto sono:






Devo capire come unire il tutto per farne un libriccino oppure una raccolta, ma penso di utilizzare un vecchio jeans (in qualche modo).

A' suivre....

mercoledì 12 luglio 2017

Con il caldo ci si ingegna



Le temperature richiedono cose fresche, allora due cose home -made diventano molto versatili in questo periodo:


- il thè freddo (in pratica uno sciroppo al thè, ne ho una scatola intera che non attende altro) con i soliti ingredienti di rito, nulla di misterioso... Ottimo anche per le bottigliette durante la colonia estiva, dosiamo la quantità di zuccheri a piacere e soprattutto ne facciamo quanto vogliamo.


- i gelati, al seguito dei numerosi ghiaccioli  tratti da un libriccino acquistato in libreria. Dopo le versioni sambuco, lime, melone/anguria/kiwi, mirtillo, fragola, et etc.... le figlie hanno richiesto a gran voce i gelati "come in gelateria".
Ebbene, non tengo gelatiera, ma si può comunque fare con poche cose che tutti hanno a disposizione, quindi eccoli qua:

banana/cocco/cioccolata in fase di congelazione (prima foto) e successivamente ricoperti al fondente




Successivamente la sottoscritta si è dedicata a terminare la lettura del libro di Marie Kondo, penso di essere stata una delle ultime persone a leggerlo, tanto è conosciuto il libro sul "magico potere del riordino". Ebbene, nulla di trascendentale, ma utile capire come gestire meglio il vestiario e gli armadi: ne ho approfittato per riorganizzare gli spazi, buttare un po' di cose ormai inutili, dare la caccia a scatole vuote in casa (nonchè a chiederle ai negozi di scarpe ogni volta che ci passo davanti ...hihihih). Una sorta di "pulizie estive" , periodo  nel quale mi aspetto che le pupe crescano qualche bel cm....

Nel prossimo post, qualche pagina per un secondo quiet book di nuova realizzazione!

giovedì 15 giugno 2017

Una cosa utile per l'ufficio ed una cosa simpatica per un ordine

E rieccoci con i pesciolini e le casette di lavanda.




Mentre però il lavoro è in corso (per rimpiazzare i venduti)


ne ho approfittato (purtroppo il posto a disposizione è praticamente zero per il cucito in pianta stabile) per aggiungere a questo oggetto (da scrivania)  una ulteriore oggetto pratico ma "da cassetto". Passo diverse ore in ufficio, si capisce?

Poichè pranzo fuori casa, ma non comodamente in un angolo dedicato (non mi piace mangiare sempre tra mensa, ristorante o al volo in un take-away o simili, per diverse ragioni), spesso la mia pausa è dedicata ad altro e si limita in termini di cibo ad una cosa minima: ecco allora che avere due (di numero) posate in ufficio è vitale, quindi

voilà ...



... una piccola pochette per tovagliolo, forchetta, cucchiaio/cucchiaino. La foglia fucsia nasconde il bottone "snap", nessun altro dettaglio è stato aggiunto ad eccezione della piccola etichetta "handmade".
E' abbastanza discreto?




venerdì 9 giugno 2017

Con sapone di marsiglia e con cera d'api

crème pour nettoyage salle de bain.... ho rifatto (per l'ennesima volta, ormai) rispettivamente la crema per sanitari e la crema viso/corpo.

Veloci da comporre, ottima sui sanitari la prima (non graffia e pulisce molto bene), pelle idratata come serve a me la seconda. Profumazione opzionale in entrambi i casi, per la mia crema stavolta ho scelto "Monoi".

Io ne sono soddisfatta.

Il costo?

Per la crema sanitari credo di essere in linea con il prezzo al supermercato.

Per la crema viso/corpo probabilmente spendo di più, quanto meno nell'acquisto iniziale dei componenti, poiché ne servono un certo numero ed in questo caso non si possono comperare solo a grammi. Penso però che nel tempo il vantaggio economico ci sia (il solito discorso dell'ammortamento vale anche per lo spignatto), senza parlare del fatto che la adatto alle necessità della pelle, che ne produco la quantità che voglio e che la profumo come piace a me. Ed in famiglia la usano anche le figlie, dopo la doccia va benissimo.
Questa volta ho aggiunto una variante su una parte del composto: ho voluto sperimentare una bb-crème colorando la base con una mica rosata e delle pagliuzze dorate. Così ho la versione nutriente e colorata come base prima del trucco (io sono pigra)...


bebe-crème faite maison
dovrei essere a posto per un paio di mesi con queste


Di sicuro autoproducendo ho eliminato:

- la plastica (riciclo un barattolone capiente e millemila barattolini piccoli)

- ingredienti dubbi per l'ambiente

- problemi di pelle, sia per me che per le figlie


Avete fatto caso alla lista infinita di componenti nei prodotti che acquistiamo, che si tratti di cosmetica o detersivi?
Come mai ottengo un prodotto altrettanto buono con molti meno ingredienti di base? Vale la pena soffermarsi anche solo a queste semplici domande...


martedì 6 giugno 2017

Smascherato il coccodrillo da giardino

Ricordate il mio orto-giardino dell'anno scorso e come si era ridotto (già battezzato #jardinbeton) ?

Quest'anno ho fatto progressi:

- ho capito chi è il "mio " coccodrillo, ripresentatosi puntualmente come un orologio svizzero

- ho capito come combatterlo, perché solo lamentarsi non serve

- ho capito che mi devo rassegnare al fatto che "biologico-ecologico&co" passa da fasi (lunghe) di assestamento degli equilibri naturali e fasi (altrettanto lunghe) di apprendimento del giardiniere, errori inclusi

- ho capito che devo adattarmi a pianificare/alternare colture: alcune, pur mangerecce per me, sono meno gradite alle bestiole, altre preferite devono invece servire da esca (purtroppo, sacrificando parte della produzione); e che mi devo rassegnare a non coltivare fagiolini ("anellino di Trento " è quello che mi piace di più, come alle bestiacce purtroppo) almeno fino ad inizio giugno. Perdo un raccolto quindi, se la stagione è propizia.

Il tutto nella speranza che il tempo faccia il suo lavoro (equilibrio in giardino+esperienza giardinicola+lotta biologica integrata).

Quest'anno dopo un inizio che sembrava roseo  seguito da una brusca frenata (il riapparire del coccodrillo, appunto) ... mi sono messa l'animo in pace: ogni stagione porta sorprese, novità, errori ed esperienze.

Certo che vedere le mie "trappole"  funzionare - ne ho piazzate quasi una ventina - e ridotte così al mattino fa davvero impressione:


















Mi sono consolata pensando quale fortuna sia che preferiscano starsene in giardino (fuori casa quindi)...

Interessante invece leggere in rete come la femmina delle forbicine (famiglia dei dermatteri) sia una tra le madri più premurose nel mondo degli insetti e che vi sono appassionati che le cercano a scopo allevamento in terrari (superfluo rilevare che se qualcuno ne vuole, ne ho a bizzeffe. Gratis.)

Io preferisco vedere il risultato delle mie fatiche nel piatto, se poi in futuro il destino sarà quello di mangiare insetti..... beh, se ne riparlerà a tempo debito....


Le foto presenti in questo blog con il logo "creazioniedintorni" sono di mia
proprietà così come alcune senza logo. Ce ne sono altre prese da internet da fonti che le definivano free, quindi per queste ultime nel caso in cui
io abbia potuto ledere inconsapevolmente il diritto d'autore, vi prego di avvisarmi via e-mail e
verranno immediatamente rimosse. Grazie