lunedì 21 aprile 2014

Vacanze proficue

Finalmente trovo il tempo di scrivere di nuovo.
E' mattina presto, lunedi di Pasqua. Ho dormito maluccio e quindi poco, eppure il cervello ha ripreso a funzionare.

E' da parecchio che davanti al pc mi limito a sbrigare, la sera, lo stretto necessario del quotidiano di una famiglia di 4 persone ed a leggere qualche news, giusto per non rimanere tagliata fuori dal mondo in quest' era che più "connessa" non si può. Eppure....alzarsi presto, lavoro, rientro e pomeriggio occupato dalle bambine fino alle 9, 9 e mezza, poi chi non ha una email da scrivere, una telefonata da fare, una fattura da pagare? Nell' ultimo mese ho dovuto telefonare (di corsa in giornata) ed utilizzare parecchio il pc in serata per organizzare -  tentare forse è il vocabolo più adatto -  le attività estive delle bambine (sig) e per usufruire dei Buoni Servizio il percorso è lungo e pieno di scartoffie ed ostacoli burocratici imprevisti.....

Comunque, dopo 4 giorni in vacanza, fuori dal tempo e dallo spazio e completamente "sconnessa" per volontà - stanotte il cervello non si è spento, se non per lo stretto necessario. Forse le vacanze servono....

disegno libero con scelta meditata dei colori


Come al solito ci siamo portati dietro lo stretto necessario (mio marito se la ride sempre a sentire quest' eufemismo, dice lui), perchè qui di attività da fare ce ne sono ma anche no, basta crearsele se lo si vuole, ma anche l' ozio fa bene ai bambini . La grande sa che deve evitare di crucciarsi con un "mi annoio" di troppo per evitare il ricomparire della cartella con i compiti, oltre alla mezz' oretta quotidiana fissa, quindi in una domenica di Pasqua piovosa non ho potuto fare altro che questo (considerando che la caccia all'ovetto dopo il passaggio delle cloches e relativo spuntino cioccolatoso nell' unica pausa meteo avevano già occupato buona parte della giornata): gessetti/ pastelli/ tempere/ pennarelli  misti divisi per colori nei bicchieri di cui sotto





travasi blu
travasi rosa
-  oggi si riprende anche con una versione personale dei travasi montessoriani, dato che non piove: le "pozioni" che le mie bimbette si sono tanto divertite a fare l' estate scorsa (bottiglie dell' acqua colorate ad libitum e de gustibus, no comment) combinate ad utensili di cucina, aggiungiamoci il mortaio/pestello giusto per gradire













lavagna di sabbia "da interni"

- il vassoietto con sabbia per la piccola, mentre la grande fa i suoi compiti di italiano: utilizzo di utensili da cucina vari per creare forme diverse.... è un piacere vedere come attività tanto semplici siano le benvenute, rispetto a tanti giochi costosi quanto inutili....









- e dei telaietti da creare per mamma, dato che mi è piaciuta da morire l' idea delle allacciature vestimentarie (oddio, ma si dice così?) anche se forse per l' età (non la mia, sia chiaro) è un pelo tardi... Saranno sottodimensionate solo perchè ce le porteremo in macchina al rientro.





e sullo sfondo i pali decorati con i
 colori a dita, prima della pioggia
 pasquale. Dopo, terrazza arcobaleno.

- altre attività che nei giorni scorsi hanno avuto parecchio successo sono state le pitture con i colori acrilici/adesivi per vetri &co (la nonna ha una sacco di bicchieri ex-moutarde accumulati nel tempo che se ne stanno anonimi nella credenza) e pure le finestre di casa decorate in veste pasquale hanno riscosso l' entusiasmo delle pupe;







- un atelier di pittura ci sta sempre bene, no? Paparino ha costruito, les filles hanno decorato la cassetta delle lettere che ancora mancava :




abbozzato su un foglio di carta,
 ma sufficiente a catturare l' attenzione
 ed attivare una serie di domande
- per l' occasione, anche un piccolissimo, abbozzato kit d' art de la table e un allenamento tabelline-combinate-all'orologio (questo previsto dalla scuola elementare, ovvero un orologio con lancette tipo il nostro di casa)








* uno dei quali "La pedagogia
 della lumaca"di G.Zavalloni

Che dire?
L' importante è convogliare l' interesse e le energie su qualcosa di creativo, non potevo mica obbligarle a leggere libri come avrei taaaanto voluto fare io (per una volta che non si tratta dei 20 minuti rubati in treno o metro parisien , me ne sono portati dietro 4*, niente cucito/ricamo stavolta)


A' bientôt!




Le foto presenti in questo blog con il logo "creazioniedintorni" sono di mia
proprietà così come alcune senza logo. Ce ne sono altre prese da internet da fonti che le definivano free, quindi per queste ultime nel caso in cui
io abbia potuto ledere inconsapevolmente il diritto d'autore, vi prego di avvisarmi via e-mail e
verranno immediatamente rimosse. Grazie