domenica 2 aprile 2017

Ancora sul "vendita conto terzi"

Nell'attesa di pubblicare i cuscini in pula di farro (ne sono soddisfattissima!!), riprendo il tema trattato qui giusto giusto per aggiungere due cose, spero qualcuno voglia rispondere dando il suo parere o il suo consiglio.

Un paio di giorni fa mi sono recata nel negozio la cui titolare si è detta disposta a tenere in conto vendita un paio di miei oggetti, giusto per capire se la domanda c'è e - nel caso - valutarla.
Bene, ad oggi ha verificato che la domanda c'è (solo per un paio di articoli comunque), purtroppo altre sono invece le domande che pongo a me stessa alla luce di quest'esperienza (che dura ormai solo da pochi mesi, ma già cerco le  risposte.....).

"Il prodotto in conto vendita non deve riportare il marchio /nome/simbolo dell'autore, ma solo l'etichetta con il prezzo del venditore"
--> Question n°1: ma è corretto?

"Io applico il 20% di margine sul tuo prezzo" , tradotto nei fatti (e con un esempio) significa che il mio prezzo di vendita a 4€ diventa per il venditore un prezzo cartellinato a 4,80 €, peccato che poi su questo prezzo venga calcolato il suo guadagno (20%=0,96€)   così che alla fine il mio ricavo è inferiore ai 4 € inizialmente pattuiti.
--> Question n° 2: ma è corretto?

"Non ho modo di mettere in valore proprio quel tuo pezzo come vorresti tu", tradotto significa che se presento al titolare un uccellino-porta-mollettine (qui il prototipo in jeans)  mi viene chiesto di lasciare anche alcune mollettine d'esempio (e questo è comprensibile, sul momento non ne avevo , mannaggia, quindi non l'ha preso con la scusa che "non so come presentarlo") mentre per i cuscini termici - con noccioli di ciliegia e semi di lino, ai quali mescolo ogni tanto  fiori di lavanda - mi chiede olio essenziale da lasciare a lei per "attirare meglio l'attenzione del cliente" --> Question n°3: ma è corretto che, a fronte del guadagno sul venduto, devo fare tutto io? Oltretutto l'olio essenziale, messo indiscriminatamente sui tessuti, alla lunga macchia.

Per ora mi sono data solo una risposta:
cercare altri negozianti disposti a tenere prodotti in conto vendita, per verificare cosa loro intendano con questa definizione, applicando infine la mia etichetta fissa su tutto. E tanti saluti!

Le foto presenti in questo blog con il logo "creazioniedintorni" sono di mia
proprietà così come alcune senza logo. Ce ne sono altre prese da internet da fonti che le definivano free, quindi per queste ultime nel caso in cui
io abbia potuto ledere inconsapevolmente il diritto d'autore, vi prego di avvisarmi via e-mail e
verranno immediatamente rimosse. Grazie