giovedì 28 aprile 2011

Super !!! ovvero più ce n'è, meglio è

Intendo le lingue straniere.

Io ho iniziato in seconda elementare con un'oretta pomeridiana del tutto facoltativa, ai tempi in cui la scuola aveva un orario 8-12.20. Poi tornavamo a casa a gruppetti, a piedi, senza genitori ansiosi e frettolosi a fianco, senza pericoli derivanti dal traffico o da malintenzionati. Altro che Vigipirate!

Bei tempi.

Poi in 5 elementare il gemellaggio: una settimana scarsa in famiglia straniera in terra germanica. Parto ansiosa e torno entusiasta. E da lì fratello e sorella (più giovani) aderiscono a loro volta.

Insomma avrete capito che parlo della lingua tedesca. Alle medie quindi la scelta è automatica, poi al liceo pure (vuoi buttare anni di studio? vabbè, stendiamo un velo....) All' università invece mi imbatto nella seconda lingua straniera obbligatoria, e naturalmente dall'inglese non si scappa, ma l'Erasmus lo faccio ancora in Germania, poi torno e mi faccio il patentino di bilinguismo, poi lavoro ma il destino vuole che mi scontri con la lingua francese e per colpa di un francese che ai tempi non spiaccicava parola di italiano.
La lingua comune quindi inizialmente è il...tedesco. E di nuovo si migra in zone germanofone: mentre lui si italianizza e si converte a caffè di moka e spaghetti al sugo e  pizza casalinga, io mi avvicino al fois gras e allo champagne, alla baguette e al pain au chocolat rifuggendo come la peste invece ostriche & co.

Piccola parentesi in Italia e nuova avventura, ma nel frattempo ci siamo moltiplicati quindi sai che trasloco....

Tutto 'sto papiro di scarso interesse per dire che il tedesco mi piace sempre molto e che oggi ho fatto vedere (e lo farò ancora ) alla pupa ormai bilingue (la grande) questi cartoni animati qui

di Andreas Hykade

 conosciuti grazie al sito Bilingue per gioco . Ve lo (e li) consiglio, sono proprio belli...
Sia mai che si riesca a far studiare tedesco alla prole prima o poi;-), dato che l' inglese è cosa certa.
Le foto presenti in questo blog con il logo "creazioniedintorni" sono di mia
proprietà così come alcune senza logo. Ce ne sono altre prese da internet da fonti che le definivano free, quindi per queste ultime nel caso in cui
io abbia potuto ledere inconsapevolmente il diritto d'autore, vi prego di avvisarmi via e-mail e
verranno immediatamente rimosse. Grazie