venerdì 6 maggio 2011

Tacchi Vs Oscar

Non so voi, ma io ho il piedino delicato.
Una tara famigliare di cui avrei volentieri fatto a meno.

Tanto per intenderci, le mie estremità cominciano a protestare poco dopo aver indossato un diverso paio di calzature.
E per diverso non intendo "nuovo", ma piuttosto "diverso dal paio calzato per ultimo".
Così che se avevo uno stivaletto, passare ad un mocassino/ballerina/sandaletto/infradito/sabot sono stelle.


Il punto di contatto scarpa/pelle varia ed allora sono bolle. E vai di comped.
Passi in inverno, ma ora che la bella stagione è alle porte  son cavoli.

Si dice che, per questioni di salute del piede, la cosa migliore sia cambiare calzatura tutti i giorni.
Mmmmm. Io dovrei lavorare su una spiaggia allora, ma non mi ci vedo a Paris plage. No no no.

Eppoi:
il lungo e bel periodo fatto senza vincoli di abbigliamento, non dovendo andare in ufficio la mattina, non hanno di sicuro migliorato la situazione. Avete presente le birkenstock di origine germanica? Oggi me le sono infilate subito dopo aver gettato in aria i tacchi, ancor prima di chiudere la porta di casa al rientro. Tutto il contrario di una fashion victim, embè?

Oggi però ho dovuto (mise oblige)  mettere un paio di sandali, tacco 6 cm (mica stratosferici)
Per 5 ore.
Una tortura. E durante la tortura ci è scappata pure una figura di M (se volete - ma anche no - la trovate qui, però non ricordo più a che punto nei commenti....ahahahah)

Vabbè, corro a nascondermi... ma caso mai vincessi l'Oscar, dovrei mettermi i tacchi?!
Le foto presenti in questo blog con il logo "creazioniedintorni" sono di mia
proprietà così come alcune senza logo. Ce ne sono altre prese da internet da fonti che le definivano free, quindi per queste ultime nel caso in cui
io abbia potuto ledere inconsapevolmente il diritto d'autore, vi prego di avvisarmi via e-mail e
verranno immediatamente rimosse. Grazie